So messy, so chic!

La bella notizia è ufficiale e non può che farci gioire: l’estate 2017 è all’insegna dell’easy chic. Vediamo meglio cosa vuol dire.

Abbiamo visto libellule leggere voltggiare sulle passerelle, avvolte da tulli impalpabili e adorne di fiori delicati. Ce ne siamo innamorate ammirandole in abiti maxi o mini jumpsuit leggerissime. Una femminilità delicata, silenziosa ma “prepotente”, ci ha avute subito alleate verso una bella stagione all’insegna della Natura. Lei, Madre accogliente più che mai, ci chiama con piante fiorite e un romanticismo dai colori pastello, a braccetto con un’anima rock e più moderna che ritroviamo nel leitmotiv della giungla, tanto alla moda in questo periodo.

Che sia un prato in Provenza ad aspettarci, il mare della Corsica oppure un campo di tulipani in Olanda, o una meravigliosa giungla asiatica, poco importa, Madre Natura ci chiede di lasciarci andare e vuole lo stesso per i nostri capelli: liberi, liberi più che mai.

Ma facciamo attenzione.

Il mondo dello styling è magico per questo: è nato per disciplinare senza farsi vedere. Per cui quando parliamo di messy hair, chignon morbidi, onde libere e poco disegnante, ricordiamo che nulla è lasciato al caso e la “misura” del disordine è sempre un calcolo preciso senza il quale l’armonia è difficile da trovare.

Con questo non vogliamo spaventarvi se siete “precisine” inside e volete regole esplicite, ma rassegnatevi ad un caos armonico tipico degli artisti. Ci aspetta un’estate che storce il naso davanti ad acconciature perfette, chignon impeccabili e pieghe a prova di umidità e sceglie l’easy chic con acconciature messy  a fare da padrone.

Dai capelli lunghi a quelli corti, per ogni hairstyle si può creare un look messy ad hoc, spettinato solo all’apparenza e studiato nei dettagli.

Come?

Con ciocche che scappano dai raccolti, ciuffi che accarezzano la fronte, frange che si aprono meravigliosamente ma sembrano senza controllo, capelli corti ma mai eccessivamente ordinati, code di cavallo leggermente arruffate e trecce morbide, morbidissime.

A voi la scelta!

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *